Come sarebbe permetterci di essere e funzionare dallo spazio della domanda e dall’energia che questa crea, piuttosto che dai punti di vista e dai giudizi limitanti di questa realtà?

Hai mai provato, anche solo per un attimo ad assaporare l’ebrezza e quel senso di sospensione generato da una domanda? Hai mai provato ad affidarti a quello spazio? Un luogo, una vibrazione che tu stesso hai generato, e che ti offre infinite possibilità nel momento in cui semplicemente scegli di starci.

Questa realtà è qualcosa a cui noi siamo abituati a far riferimento. E se andiamo a vedere bene possiamo notare che è soltanto un insieme di “opzioni” limitate pronte all’uso, una sorta di manuale carico dei soliti vecchi files, tramandati dal sistema famiglia, dalla coscienza collettiva dai tempi dei tempi.

E COME SAREBBE SE NOI FOSSIMO MOLTO DI PIU’ DI TUTTO QUESTO?

Ciò a cui siamo abituati noi è affrontare situazioni, prendere decisioni, comportarci, giudicare, muoverci, emozionarci, e tutto questo funzionando dalle informazioni che abbiamo consolidate e ben radicate in questi files. Quando nel nostro vivere sentiamo che qualcosa non va è perché stiamo funzionando nella realtà di qualcun altro o qualcos’altro proprio attraverso questi files. Questo non significa che tutto quanto è conservato nell’ hard disk della nostra mente non vada bene per noi. Significa solo che spesso vi attingiamo automaticamente, per un senso di lealtà e appartenenza al sistema che ci ha offerto tutto questo, per la “sicurezza” che ci infonde, o anche solo perché crediamo che non esista altro. E così facendo non ci permettiamo di percepire e agire per come effettivamente va bene a noi.

Essere nella domanda o essere proprio

LA DOMANDA

ci consente di ricevere tutto quello che è possibile infinitamente. E da qui a noi la scelta e la conseguente creazione di cosa è vero e giusto per il nostro sentire. E come sarebbe essere davvero la scelta di tutto quello che è giusto e vero per te?

Access Consciousness ® offre gli strumenti per accedere a cosa funziona bene per noi con totale facilità e leggerezza. Strumenti atti a bypassare la mente svuotando i files da tutto ciò che ostacola e appesantisce il nostro vivere. Ci permette di esistere dall’essere dal sentire dal percepire e dal ricevere aprendoci a tutto quello che è possibile.

Claudia Patel

foto da classi Bars:

Chi sono oggi e che meravigliose avventure mi attendono?TM

COSA SONO I BARS?
Sulla testa ci sono 32 punti che quando vengono toccati delicatamente, rilasciano facilmente e senza sforzo qualunque cosa non ti permette di ricevere. È come premere il tasto cancella sul tuo computer: tutti i pensieri, le sensazioni e le emozioni che ti tengono bloccato e fanno sì che tu continui a ripetere lo stesso schema più e più volte, attraverso i Bars, vengono rilasciati.

Migliaia di persone hanno usato gli Access Bars per cambiare molti aspetti del loro corpo e della loro vita, incluso il sonno, la salute e il peso, il denaro, il sesso e le relazioni, l’ansia, lo stress e tanto altro! Nel peggiore dei casi ti sentirai come se avessi ricevuto un massaggio fantastico; nella migliore delle ipotesi tutta la tua vita può cambiare facilmente verso qualcosa di più grande.

La classe di Access Bars è il prerequisito per tutti i corsi principali di Access Consciousness, infatti permette al tuo corpo di processare e ricevere con facilità i cambiamenti che stai scegliendo.

Fonte: Accessconsciousness.com

Gli Access Bars Cambiano la Vita dei Bambini che Falliscono a Scuola

C’è una nuova speranza per i bambini che si confrontano con difficoltà a scuola sull’isola spagnola Mallorca, grazie agli sforzi di Dr. David Biddle, chiropratico e Facilitatore Access Bars.

Biddle è diventato consapevole dell’enorme problema inerente al fallimento che ha coinvolto il sistema scolastico spagnolo, dopo una conversazione con sua figlia. Nella sua classe composta da 25 alunni, c’erano soltanto 3 o 4 bambini senza debiti in nessuna materia, e il fallimento in 5 o 6 delle 8 materie era spesso riscontrato.

L’unica alternativa offerta dalla scuola sono le ore di preparazione aggiuntive, e ciò significa che questi bambini devono studiare due ore in più, rispetto alle 7 ore che già trascorrono a scuola giornalmente.

“Come potrei aiutare questi bambini ad adattarsi meglio alle richieste della scuola?” si è chiesto Biddle.     E gli è venuta in mente l’idea di offrire sessioni Bars ai bambini, per facilitare un miglior funzionamento dei loro cervelli e perché venisse loro più facile studiare e memorizzare le informazioni.

Lui ed altri 7 Facilitatori Bars hanno fatto squadra per offrire 5 sessioni Bars gratuite ai bambini con difficoltà a scuola. Diventando famoso il progetto grazie alla stampa locale, sono venuti 50 bambini a ricevere i Bars nell’ufficio di Biddle. 7 facilitatori Bars hanno fatto scorrere sessioni di circa mezz’ora sui bambini, ciascuno di essi trascorrendo 3-4 ore di sessioni Bars come volontariato.

Alcuni dei miglioramenti che i genitori hanno segnalato sono stati straordinari. Un bambino che era molto violento a scuola e noto perché aggrediva tutti, è cambiato dall’oggi al domani. Dopo la sua prima sessione Bars, è cambiato così tanto che la scuola ha chiamato sua madre. Lei pensò, “Oh, un altro problema con mio figlio.”

A sua meraviglia, la scuola la stava chiamando per dirle, “Non sappiamo cosa Lei abbia fatto, ma il suo bambino è completamente diverso. È gentile con tutti.”

Un altro bambino che prendeva regolarmente 1 e 2 (i voti più bassi) in matematica, ha cominciato a prendere solo 10. Una bambina che nuota competitivamente, ha notato che i suoi tempi di nuoto sono migliorati, il che ha portato soddisfazione sia a lei che a sua madre. Un bambino con emicranie croniche adesso racconta di non averle più.

Un bambino che difficilmente poteva sdraiarsi sul lettino alla prima sessione, adesso arriva dentro la stanza, si sdraia e si rilassa. I suoi genitori si meravigliano. “Mio figlio non si rilassa mai! Dicono, “ma da quando si fa scorrere i Bars ci riesce.”

In generale, i genitori affermano che i loro figli sono più centrati, più facili da gestire in casa, ed hanno risultati migliori a scuola.

Originariamente, Biddle aveva in mente di offrire sessioni Bars anche ai genitori e, quindi, non soltanto ai bambini. Però, siccome la richiesta all’offerta gratuita è stata così straordinaria, non c’è stato semplicemente tempo. Numerosi genitori hanno partecipato ad una Classe Bars e fanno Bars ai loro figli a casa.

Nonostante Biddle disponesse del grande vantaggio di avere un grande spazio aperto con un certo numero di lettini da massaggio e supporto  di segreteria, non vi è bisogno di nessuno di questi. Il sistema può essere duplicato ovunque, e dov’è che non ci sono bambini che soffrono perché le scuole non sono in grado  di sopperire ai loro bisogni?

“Permetti che lo spazio si apra e fallo accadere” suggerisce Biddle.

“ I bambini ne hanno davvero bisogno!” “Quali sono le infinite possibilità?”

Vedi cosa dicono i bambini dei Bars su Access Consciousness Youtube Channel

Traduzione di Bianca Luana Chirnoaga