La lettura delle carte dei Nat è un metodo messo a punto da Selene Calloni Williams che fa riferimento agli avi. Attraverso i Nat, che spiritualmente sono appunto gli spiriti (le energie) degli avi e in sostanza rappresentano sfaccettature della nostra psiche. Del resto questo è proprio ciò che ereditiamo dai nostri antenati, che ci piaccia oppure no.
La morte dei nostri avi è un evento molto importante. Essa, se vogliamo, ci fornisce numerose informazioni preziose, utili alla conoscenza di noi stessi, quindi alla consapevolezza e al nostro sviluppo interiore.

La morte in un certo senso, svela i segreti dell’anima, permettendole così di esprimersi ad un livello superiore – là dove gli opposti non esistono – in tutta la sua natura più selvaggia. Se proviamo a non considerarla come una fine realizzeremo che essa non si contrappone alla vita, bensì la eleva.
Perché avviene proprio in quel preciso momento? E perché in quel modo?
Con la “partenza” dei nostri avi, progetti, sogni, desideri e aspirazioni, può essere che rimangano incompiuti. Questi sono tutti aspetti che conservano un carattere di eternità e che – vuoi o non vuoi – verranno tramandati ai discendenti, i quali inconsciamente arriveranno alla vita con una parte del proprio bagaglio emotivo già programmata, e si mostreranno infatti “pronti” a portare a termine l’ incompiuto.
I Nat rappresentano quindi tali aspetti – sfaccettature della nostra psiche – e che per lo più non ci appartengono nemmeno.
Attraverso il loro consulto si crea una sorta di campo cosciente, che include il nostro intero sistema familiare, avi inclusi, così esattamente come avviene nel campo morfogenetico delle Costellazioni Familiari i cari Nat rispondono alle nostre domande, ai nostri dubbi. Ci aiutano a ” far chiarezza” facendoci capire come potremmo superare un determinato ostacolo, il perché di una paura, quale decisone sarebbe meglio prendere, come definire una relazione, come modificare un comportamento o una situazione che proprio non ci piacciono ecc.
Ci mostrano i nostri punti di forza e ci indicano in tutto rispetto e amore cosa (e da chi ci arriva) ancora non ci permette di farne il giusto uso.
Tale consapevolezza se considerata, fornirà la chiave di accesso alle nostre “ali per volare”, permettendoci così di realizzarci finalmente per come sentiamo e soprattutto per come siamo.
I Nat ci aprono la strada fornendo ottimi spunti proprio come succede in una costellazione Familiare.